Come Realizzare i Propri Sogni trasformandoli in Progetti

Articolo scritto da -

Ognuno di noi cerca di realizzare i propri sogni che si manifestano sotto forma di pensieri – a volte confusi, a volte più chiari – e rendono più piacevole il quotidiano facendoci desiderare mete che non abbiamo ancora raggiunto e a cui vorremmo aspirare.

 

Nei momenti difficili sono come una boccata d’ossigeno e ci aiutano a sviluppare immagini positive. Altre volte, invece, ci creano frustrazioni e sensi di colpa. Accade, ad esempio, quando ci rendono consapevoli dei nostri limiti o della nostra immobilità per cui, pur avendo il carburante, non ci decidiamo ad accendere i motori!

 

Ti sei mai chiesto perché la maggior parte delle persone, anche di quelle più sagge ed equilibrate, non riesce a realizzare i propri sogni?

 

Il punto è che nessuno ci insegna come scoprirli e cosa fare per trasformarli in realtà.

 

Da piccoli abbiamo appreso che da soli non possiamo farcela: nelle favole la realizzazione dei sogni è un compito affidato alle fate e agli stregoni così come, nella letteratura fantastica, a gnomi e amuleti.

 

Trasformare un sogno in realtà non è cosa facile, ma è comunque possibile, e ci fa davvero sentire di essere liberi. Qual è allora la ricetta da seguire? Ora ti dimostrerò che nulla può ostacolarne la realizzazione se è realmente quello vuoi!.

 

Cosa sogni per la tua vita?

E’ necessario prima di tutto capire cosa vuoi di davvero importante per il tuo futuro e per star bene con te stesso. Devi dargli una forma: prenditi un momento per ascoltare i segnali che provengono dall’esterno e, soprattutto, da dentro te stesso. Inizia a distinguere i sogni dai desideri del momento, dalle aspettative o anche da un bisogno del momento.

 

Se provi a chiedere in giro quali sono i sogni che gli altri vorrebbero realizzare, molto probabilmente ricevi risposte del tipo: “una Ferrari rossa”, “una villa alle Barbados”, “un viaggio in Australia”, e via discorrendo.

 

Seppur legittimi, questi non possono essere definiti sogni autentici, ma solo desideri del momento: rappresentano il nostro bisogno inconscio di creare sicurezza ma non rispecchiano la profondità del nostro essere.

 

Il sogno è dunque qualcosa di profondo, qualcosa che nel suo compimento diventa una visione a lungo termine; è come un viaggio immaginario verso un futuro desiderabile per te e per coloro che ti circondano; è la realizzazione della tua vera essenza, qualcosa che attiva le tue emozioni e ti impone pensieri e azioni diversi da quelli attuali.

 

Dichiarare apertamente a te stesso o in pubblico la tua visione, ti indirizza in una precisa direzione, ti indica la via ed esprime l’essenza di ciò che vorresti realizzare. La visione diviene così come un faro che illumina la tua strada per tutta la vita.

 

E’ necessario impegnarsi e agire creando abitudini differenti con la consapevolezza che questo può comportare dei rischi e dei costi.

 

E’ importante che impari ad avere coraggio e a mantenere costante la tua energia. Solo se sarà una scelta libera, autonoma e volontaria, riuscirai a raggiungere i tuoi sogni e a renderli concreti.

 

Se diventi consapevole di questo messaggio, puoi prendere un impegno con te stesso per avviarti nel tuo cammino di cambiamento: impari ad attingere alle tue leve motivazionali e a caricarti delle risorse necessarie per trasformare i tuoi desideri prima in progetti e successivamente in obiettivi e tappe più specifiche da raggiungere passo dopo passo, attraverso la pianificazione di un piano d’azione che ti porti rapidamente alla sua realizzazione.

 

Devi quindi dare ai tuoi sogni un significato ed una forma concreta: non lasciare che rimangano confinati dentro te stesso. Per trasformarli in realtà è necessario anche diventare propositivo e sviluppare strategie.

 

“Non aspettare che le cose si aggiustino da sole, sei tu l’artefice e il responsabile del tuo destino.”

 

Questo concetto può aiutarti ad avere pensieri motivanti ma se non metti in campo risorse ed azioni con impegno costante, il tuo sogno resterà tale e forse nel tempo rischierà di svanire.

 

Puoi quindi modificare le cose, solo dandoti da fare, cambiando sia le tue azioni che i tuoi pensieri: se insisterai a fare ciò che stai facendo, continuerai ad ottenere ciò che ottieni oggi.

 

 

“Lavorarci su” significa anche dedicare del tempo, nulla di saltuario, nulla di sporadico, nulla di improvvisato. Solamente focus, passione e azione.

 

Realizzare i tuoi sogni richiede estremo impegno. Ti senti pronto?

 

Per motivarti pensa al risultato finale e alla gioia che otterrai. Inizia a pianificare azioni e agisci, non essere pigro e non  lasciare le cose a metà. Potrà capitare di abbatterti e scoraggiarti ma vai comunque avanti. Ti occorrono altri ingredienti, atteggiamenti che potenzialmente già possiedi ma che devi imparare ad allenare:

 

1.  Armati di pensieri positivi.

Non sarà importante ciò che ti accadrà durante il percorso ma il significato che tu attribuirai all’accadimento. Ciò significa che ogni reazione ad eventi e fatti è una tua costruzione, anche le sensazioni che tu provi sono tue creazioni e in quanto tali puoi modificarle.

Se ti focalizzi solo su ciò che è importante per te e lo affronti con serenità e ottimismo sarai già avanti.

Pensare positivamente genera risultati positivi. A cosa possono condurti invece i pensieri negativi, se non ad ansia, frustrazione e stress? Chiediti: ne ho bisogno in questo momento?

 

Cosa posso fare di diverso per cambiare i miei pensieri?

 

Imparare ad osservare gli eventi e le esperienze della vita da una prospettiva armoniosa e costruttiva piuttosto che farti coinvolgere nella spirale di negatività. Bisogna fornire esempi positivi. Situazioni positive che allontanino da te i fantasmi del dolore e della mancanza.

 

Due semplici strategie utili: quando un pensiero negativo ti affiora nella mente, assumine consapevolezza e decidi di cambiare atteggiamento. Hai tutte le risorse per creare immagini positive. Un’altra attività da fare giornalmente è agire sul linguaggio: fai attenzione ad utilizzare sempre termini ed aggettivi che ispirano forza e coraggio, apprezzamento ed energia.

 

2. Circondati di persone che ti apprezzano e ti amano.

Perché circondarti e frequentare persone che ti buttano giù, non ti stimano, e ti fanno sentire depresso e senza valore?

Trascorri piuttosto il tuo tempo con chi ami, frequenta qualcuno che rappresenti per te un modello, cerca persone con cui condividere passioni e valori. Insomma, per fare la differenza, ispira e fatti ispirare dagli altri.

 

3. Non farti affossare dalle abitudini.

Per creare un’abitudine ci vogliono 21 giorni, ma è anche vero che, raggiunto questo tempo massimo, è necessario continuare a riflettere, fare verifiche sulle convinzioni inconsce che condizionano le azioni e iniziare a confrontarsi con cose nuove, che non si conoscono ancora.

Sii curioso della vita, leggi, scrivi, approfondisci e chiarisci ciò che non comprendi: può esserti utile valutare idee e imparare a gestire i cambiamenti.

Questo allenamento ti terrà lontano da cristallizzazioni che possono depotenziarti e, a volte, bloccare il tuo cammino.

 

Adesso non hai più scusanti, devi solo agire e farlo il prima possibile.

 

Nel film “Non è mai troppo tardi” con Jack Nicholson, due uomini “di una certa età”, scoprono di essere malati terminali e, spinti dall’idea che ormai la vita sta finendo, stilano una lista di cose che vogliono fare prima di morire. Si lanciano con il paracadute, visitano i luoghi più belli del mondo… così, iniziano a vivere…

Il film dimostra che tutto è possibile e, se messi alle strette, troviamo ad ogni età tante risorse utili per renderci felici! Anche prima di morire, come racconta il film: ma perché attendere tanto?

 

Non fermarti a scrivere la lista, inizia ad agire, fallo subito, perché tu sei unico e hai una missione da compiere: realizzare il tuo sogno e vivere felice.

 

Commenta Qui sotto

Psicologo, Career coach (accreditato da ICF Italia) e fondatore di Make It So - società di formazione e consulenza specializzata nelle risorse umane e l’orientamento professionale.

Condividi!

Condividi questo post con i tuoi amici!