Come creare la tua pagina aziendale Facebook

Articolo scritto da -

La tua pagina aziendale Facebook deve riflettere lo stile e il linguaggio che contraddistinguono in generale il tuo brand. Non può essere una voce dissonante rispetto alle linee che dovrebbero guidare la tua comunicazione.

 

Faccio questa premessa perché, quando lavoro con le aziende, mi sento spesso ripetere la frase “Obiettivo? Avere tanti fan!” Solo secondariamente si parla di “coinvolgere gli attuali clienti e trovarne di nuovi”.

 

Questa fissazione di avere più “mi piace” del vicino (concorrente) è spesso dettata da una non efficace conoscenza dei social network. Solo col tempo si impara a capire che una miglior qualità degli utenti (che non ci costringa a una corsa forsennata ai “like”) è ciò che serve per veicolare il nostro brand in modo corretto. Tra l’altro, per com’è cambiata la logica di Facebook in campo aziendale, i nuovi fan arrivano solo se stiamo pubblicando contenuti validi, utili e attrattivi.

 

Dando un’occhiata a un recente studio di Syncapse, scopriremo che i consumatori diventano “brand fan” spesso perché hanno già testato nella vita reale i prodotti o servizi dell’azienda in questione. Ovvero: ti conosco dal vivo (o per canali pubblicitari tradizionali) e poi vengo a vedere la tua pagina Facebook. Se mi interessano i contenuti e gradisco il tuo stile, allora cliccherò “mi piace” e ti sosterrò volentieri. Non ultimo, per usufruire di promozioni, coupon e concorsi vari.

 

Personalmente, le indicazioni che spiego ai miei clienti sono anche frutto di esperienze da autodidatta. Alcuni progetti che ho recentemente ideato e sostenuto (il social magazine Torino Storytelling, la piattaforma nazionale Italia Blog Tour, la campagna ReggioNonLoSa) mi hanno restituito una serie di interessanti considerazioni che voglio condividere qui con te.

 

Prima di entrare nello specifico di come usare lo storytelling su Facebook – strumento che prediligo per diversi motivi – volevo riassumere alcuni semplici consigli:

 

  • Utilizza immagini accattivanti per la tua Cover Photo, integrandola con l’immagine del profilo
  • Collega il tuo servizio/prodotto a ricorrenze o fatti d’attualità
  • Lancia concorsi e promozioni esclusive per i fan
  • Pubblica contenuti appositamente studiati per Facebook (interviste, app, video)
  • Dai precedenza ai post con immagini e video (ottengono il doppio delle visite)
  • Dai spazio ai tuoi fan, creando una comunità “interattiva”
  • Non vendere, coinvolgi
  • Ogni tanto investi piccoli budget su annunci sponsorizzati di Facebook
  • Sfrutta la pagina per raccontare la storia del tuo brand

 

Su quest’ultimo punto, ho piacere di aggiungere qualche dettaglio in più. Lo Storytelling fa parte integrante delle strategie che propongo ai clienti, e – da giornalista qual sono – mi diverto a raccontare le aziende attraverso le tappe “storiche” e i personaggi che si sono succeduti negli anni.

 

Tra l’altro Facebook ha di recente aggiunto la funzione che permette di poter inserire nel diario contenuti anche precedenti al momento dell’iscrizione al social. Mica male, no? Pensa quindi a come rendere la pagina uno strumento perfetto per la tua narrazione…

 

Saprai bene che lo storytelling genera seduzione, coinvolgimento, fidelizzazione e soprattutto passaparola. Intanto racconta storie autentiche, semplici e interessanti per il tuo pubblico. Ci sono momenti da ricordare come il restyling di un marchio o un nuovo packaging… Insomma pillole e immagini che sintetizzino lo stile del tuo brand.

 

È anche importante raccontare le sfide. Una storia potrà evidenziare meglio la metafora che il tuo brand rappresenta. Nel mio caso, “Scrittura Vincente” è insieme un messaggio e un obiettivo. Spiegare come fa una scrittura a diventare “vincente” diviene una narrazione con un fine pratico e interessante.

 

Pensa poi alla tua quotidianità. Il dietro le quinte del tuo mestiere è inevitabilmente interessante per chi ti segue: conoscere le fasi, i passaggi che descrivono alcuni momenti delle tue giornate professionali aiuta gli altri a conoscerti non solo per le soluzioni che proponi, ma anche per i valori umani che stanno dietro alla tua idea di beneficio.

 

C’è poi chi valorizza la propria azienda parlando di competenze acquisite, innovazioni e tecnologie che hanno generato risultati importanti. Fino a costruire storie attraverso gli utenti, mostrando come loro stessi usano i tuoi prodotti e a quali momenti della loro vita li associano.

 

Insomma, avrai compreso ancora meglio che non è il numero di fan che conta, ma il loro reale coinvolgimento con il brand!

 

Commenta Qui sotto

Giornalista, storyteller e copywriter. Ha ideato il metodo - "Scrittura Vincente!" - per narrare e promuovere i brand in maniera innovativa.

Condividi!

Condividi questo post con i tuoi amici!