Come sedurre la mente del tuo lettore: 5 fattori importanti!

Articolo scritto da -

sedurre la mente

Tutti disponiamo di quella capacità di attirare a noi gli altri e di “sedurre la mente” del nostro interlocutore. Anche se pochi ne sono veramente consapevoli.

 

La maggior parte ritiene il fascino un dono interiore mistico per soli pochi eletti ma in realtà, dipende tutto dalla capacità di suscitare negli altri emozioni che non sanno controllare.

 

Perché, anche se facciamo fatica ad ammetterlo, siamo perennemente presi dall’ego. Il nostro dialogo interno, se ci fai caso, dice in continuazione: IO qui, IO lì, IO …   perché per la tua mente, sei al centro del mondo e prima apprenderai e accetterai questo, più facile sarà per te imparare a sedurre gli altri con la tua penna.

 

“Meglio imparerai a comunicare con l’ego del lettore più è probabile che questo ascolti e legga ciò che hai da dirgli.”

 

Viviamo in un epoca in cui la radio, la televisione, i social network si contendono la tua attenzione. Veniamo bombardati costantemente da oltre 3000 messaggi pubblicitari al giorno (TV, Radio, Cartelloni, Volantini, Internet). E siamo sommersi da più informazioni di quelle che potrebbe mai leggere una qualsiasi mente umana.

 

Le recenti scoperte hanno dimostrato che, oggi più che mai, per riuscire a catturare e mantenere alta l’attenzione – per sedurre la mente del tuo lettore – bisogna tener conto di 5 fattori importanti:

 

1 – Egocentrismo

Il tuo cervello primordiale si preoccupa per te. Non ha nessun interesse o simpatia per ciò che non riguarda direttamente il tuo benessere, la tua sopravvivenza, la tua riproduzione e la tua sicurezza.

 

2 – Sensibilità ai contrasti

Bianco o nero. Lento o veloce. Opzione A o opzione B. Il contrasto costringe il cervello a prendere decisioni rapide per la tua salvaguardia. Senza il contrasto il cervello non decide e spesso va in confusione.

 

3 – Concretezza

Il cervello predilige nettamente frasi concrete come “10 kg in meno dopo 3 mesi”, “Non si rompe mai”, “A casa tua in sole 24 ore”.

 

4 – Distrazione

La facoltà di attenzione del cervello è molto ridotta. In qualunque interazione è molto probabile che lui ricorderà soltanto l’inizio e la fine. È importante quindi nel tuo messaggio, dire subito il nocciolo della questione e ribadirlo alla fine.

 

5 – Emozioni

Tendiamo tutti a dimenticare gli avvenimenti, tranne quelli che ci hanno regalato forti emozioni, positive o negative che siano (vengono sfruttate persino nelle potenti tecniche mnemoniche.)

 

Per essere uno scrittore capace di sedurre la mente devi parlare e catturare l’ego del lettore, tenere alta l’attenzione con dei contrasti, far ragionare la parte razionale con frasi concrete, specificare le parti importanti all’inizio e ribadirle alla fine e, cosa fondamentale, conquistare l’inconscio regalando emozioni.

 

Ti consiglio di leggere i libro “Neuromarketing” a tal proposito, perché l’ho trovato davvero illuminante.

 

Commenta Qui sotto

Giorno dopo giorno setaccio il web, alla continua ricerca di nuove nicchie di mercato e casi studio interessanti.

Condividi!

Condividi questo post con i tuoi amici!