I 6 pilastri per comunicare il tuo business con una scrittura vincente.

Articolo scritto da -

Scrivere in maniera efficace, scrivere bene, dà l’idea di quanto i nostri pensieri siano chiari e affidabili.

 

Se hai un blog o un sito aziendale, se per la tua professione sei alle prese ogni giorno con email, presentazioni, progetti, lettere di vendita, ti sarai reso conto che la buona scrittura è indice di serietà e fiducia.

 

“La comunicazione in genere rappresenta un primo biglietto da visita che esponiamo verso il prossimo. Sia esso un cliente, un amico, un familiare o un collega.”

 

Con la scrittura e la conoscenza di alcune regole di comunicazione impariamo a caratterizzarci in modo unico e riconoscibile. Creiamo un’immagine che riflette la nostra missione e il nostro stile. Una condivisione di valore.

 

  • Scrivere con efficacia e passione rappresenta oggi il 70 per cento della tua potenzialità di marketing. È uno strumento potente per emergere e trasmettere la qualità e la tipologia dei servizi che offri e dei prodotti che proponi.

 

  • Saper produrre contenuti originali e scritti con chiarezza è fondamentale per poter essere conosciuto dal tuo pubblico e trovato dai potenziali clienti. Questo grazie a un’ottima indicizzazione del tuo sito/blog e a un elevato grado di diffusione dei contenuti stessi.

 

  • Le tracce che lasci sul web determinano la percezione che gli altri si faranno del tuo brand personale e aziendale. Non lasciare questa attività al caso.

 

  • Piccoli e medi imprenditori, professionisti, commercianti, artigiani sottostimano la comunicazione scritta o la utilizzano in termini riduttivi. Di fatto, non la sfruttano in sinergia con le potenzialità del proprio business.

 

  • La scrittura professionale, efficace e persuasiva è una disciplina in grado di creare valore, a costi decisamente ridotti rispetto ad altri asset comunicativi.

 

Per esperienza so che l’impatto e l’efficacia della tua comunicazione è determinato da quanto sei in grado di utilizzare in maniera coerente e complementare i diversi media e i messaggi che riesci a trasmettere. Se c’è sintonia tra i valori che caratterizzano il tuo profilo e quello che veramente offri (e condividi attraverso il tuo operato e la tua creatività), allora la tua credibilità aumenterà e potrai incrementare la visibilità e la rete di potenziali partner e clienti.

 

La scrittura è al centro dell’era digitale

Forse anche a te è capitato di farti questa domanda: «Perché nessuno a scuola si è mai preso la responsabilità di insegnarci a scrivere in maniera efficace? A preparare una presentazione, un testo per un sito web, un’email chiara e convincente, un semplice articolo?»

 

Eppure la scrittura professionale è al centro della nostra quotidianità, della nostra vita lavorativa. Alcuni imprenditori, professionisti e commercianti sanno bene che per incrementare le vendite e trovare nuovi clienti – senza costose pubblicità o complesse strategie di marketing – hanno ottenuto ottimi risultati grazie a una comunicazione scritta più efficace e persuasiva.

 

Trovo ingiusto e controproducente, per un Paese industrializzato come l’Italia, che almeno nelle scuole superiori non vengano insegnate materie come la Comunicazione e l’Imprenditorialità. È una grave carenza che si ripercuote sull’Italia delle Pmi e sui protagonisti del già tormentato mercato del lavoro, sempre più orientato verso una logica “da dipendente a intraprendente”.

 

“Oggi la vera sfida è duplice: inventarsi un impiego e saperlo comunicare per farsi conoscere.”

 

Sono convinto che le parole restino il nostro mezzo più potente. Grazie a loro, un formatore trasmette le sue competenze agli allievi, gli oratori regalano emozioni al pubblico. E sempre tramite le parole, tu potrai vendere i tuoi prodotti, i servizi, le idee. Meglio le utilizzerai, più farai la differenza nella tua attività, maggiori saranno i tuoi risultati.

 

I vantaggi del saper scrivere “professionale”

Saper scrivere in maniera efficace ti consente di raggiungere una serie di obiettivi decisamente vantaggiosi per il tuo business.

 

  • Trovare le parole giuste per promuovere la tua attività.
  • Rieditare testi professionali che non funzionano.
  • Saper comunicare un’idea, un prodotto, se stessi in modo chiaro, efficace, persuasivo, finalizzato a un obiettivo.
  • Essere identificati dai clienti e dal proprio pubblico di riferimento.
  • Essere riconoscibili e unici grazie a un proprio stile comunicativo (personal brand).
  • Saper raccontare un’azienda e un’organizzazione con un ritmo giornalistico, semplificato e non burocratico.
  • Essere compresi all’interno della propria struttura lavorativa.
  • Elaborare una guida di stile per condividere linguaggi e standard editoriali.
  • Trasmettere emozioni attraverso la scrittura e la comunicazione professionale.

 

Per arrivare a padroneggiare la tua scrittura professionale non occorre che tu sia un giornalista o un copywriter di lunga data.

È sufficiente prendere consapevolezza di alcuni elementi di base, un po’ di dimestichezza con i classici format della comunicazione d’impresa (email, presentazioni, lettere di vendita, comunicati, brochure) e una discreta pratica sul web e i social network.

 

I 6 pilastri della tua Scrittura Vincente

Nel tempo – faccio il mestiere di giornalista dal 1986, da quando cioè avevo 21 anni – ho capito che la scrittura professionale ha bisogno di essere contaminata.

Dopo aver scritto per quasi 15 anni sui cosiddetti “media tradizionali” (quotidiani, periodici, agenzie di stampa, radio e tv locali), all’inizio degli anni Duemila ho cominciato a cimentarmi con la scrittura sul web e la relativa comunicazione d’impresa.

 

Ho iniziato quindi a scrivere non più solo per informare, ma anche per raccontare, convincere, persuadere, divertire. Insomma, ho contaminato la mia base giornalistica, evolvendola notevolmente.

Ecco riassunti per te quelli che considero i 6 pilastri per rendere la tua scrittura “vincente”:

 

1 – Scrittura efficace

È la scrittura professionale di base, valida per qualsiasi testo aziendale. L’autore prima definisce un obiettivo di comunicazione. Poi analizza il destinatario e pensa al modo più efficace per raggiungerlo. Per completare l’opera, decide quale tono, stile e livello di formalità utilizzare.

 

2 – Scrittura giornalistica

Si basa sulla tecnica delle cosiddette 5 W di stampo anglosassone (who, what, when, where, why). Si parte dall’alto con la notizia più importante, esposta in poche parole e con informazioni che rispondano alle 5 domande: chi, cosa, quando, dove e perché. Poi si approfondisce il come, con frasi più ampie, dichiarazioni e dettagli di secondo piano.

 

3 – Scrittura persuasiva

Nelle agenzie di pubblicità (ma per chiunque si occupi di comunicazione), il copywriter usa la lingua scritta per raggiungere obiettivi commerciali. È quindi indispensabile unire ottime capacità di scrittura con buone competenze di marketing e la giusta dose di creatività per affrontare argomenti sempre diversi.

 

Clicca qui e acquistalo ora!

scrittura vincente

 

Oltre a questi tre pilastri principali, ce ne sono a mio avviso altri tre, altrettanto utili da considerare. Diciamo che si tratta più di caratteristiche trasversali, che possono comparire e distribuirsi in maniera eterogenea nel tuo testo. Forse meno fondamentali, ma ugualmente importanti per crescere professionalmente e differenziarsi nel panorama dei comunicatori.

 

Scrittura narrativa

Leggere romanzi fa benissimo allo scrittore professionale. È lì che si acquisisce la familiarità con il ritmo, le diverse voci narranti, la capacità di usare parole appropriate che facciano emozionare il lettore. La struttura narrativa è poi fondamentale per utilizzare lo “storytelling”, uno strumento antico ma oggi ampiamente rigenerato nella comunicazione d’impresa. Dello storytelling parleremo meglio nel prossimo articolo.

 

Scrittura motivante

Tra le competenze che ho maturato, c’è anche quella del coach. Di una persona cioè che non svolge solo la funzione di consulente, ma anche quella di motivatore che aiuta a raggiungere un obiettivo. Nel mio caso, un obiettivo di comunicazione. Quando penso alla “scrittura motivante” mi immagino un testo vivo, ricco di energia, che sappia essere diretto e sia in grado di smuovere le coscienze un po’ sopite. È uno scrivere con il cuore, organo che stranamente viene ignorato dai comunicatori razionali “tutti d’un pezzo”.

 

Scrittura umoristica

Una scrittura che si prende troppo sul serio spesso non arriva a “bucare” l’attenzione del lettore. Conosci Beppe Severgnini o Massimo Gramellini? Due grandi giornalisti che trattano cose serissime e importanti, ma riescono a farlo fidandosi di uno stile a tratti leggero, che non risparmia il sorriso o la descrizione ironica. Un esempio? Leggi cosa scrivevo una decina d’anni fa, tratteggiando il profilo biografico di una mia collega di agenzia:

 

«Silvia è una giornalista da trincea, che si è fatta le ossa (e i muscoli) sgomitando nel mondo delle agenzie di stampa. Chiunque è intervistabile, specie se le domande vengono poste con quella voce vel-lu-ta-ta…».

 

Anche di questo faremo altri esempi più avanti.

 

A proposito: nei prossimi articoli di questa rubrica parleremo di cosa sia il “Social Storytelling” e del perché può essere uno strumento davvero efficace per la promozione del tuo business.

Poi affronteremo – uno per uno – i diversi media che viaggiano sulla Rete: ovvero come scrivere sul tuo blog, sulla tua pagina Facebook, sul tuo profilo Twitter, sul tuo account Instagram.

E in chiusura di come organizzare la comunicazione di un evento attraverso la gestione di un vero e proprio ufficio stampa 2.0.

 

Un programma piuttosto ricco, che ne dici?

 

Commenta Qui sotto

Giornalista, storyteller e copywriter. Ha ideato il metodo - "Scrittura Vincente!" - per narrare e promuovere i brand in maniera innovativa.

Condividi!

Condividi questo post con i tuoi amici!