Fuga al contrario: la storia di Foodscovery e di due giovani tornati in Italia dalla Thailandia

Articolo scritto da -

crema vegana cacao senza zucchero_foodscovery_3Fabio Di Gioia e Mario Sorbo sono le menti che si nascondono dietro il marketplace di generi alimentari Foodscovery. La loro storia è diversa rispetto a molte altre che vi raccontiamo perché loro sono tornati in Italia per mettere in pratica il loro progetto.

Fabio e Mario erano in Thailandia dove lavoravano alla creazione di Lazada.com, un portale di e-commerce, commissionato da Rocket Internet. Ad un certo punto si sono resi conto che doveva essere creato qualcosa di simile per l’Italia perché negli ultimi anni è cresciuto l’interesse agli e-commerce che si occupano esclusivamente di food.

Foodscovery è un supermercato online, per dirla con termini poco tecnici, anche se il carrello è virtuale e si trova sempre il prodotto che si desidera. Un esempio classico: la mozzarella di bufala campana. Al banco frigo ve ne sono tantissime, ma se cercate quella di un particolare caseificio che si fregia del marchio DOC, su Foodscovery c’è. Le consegne vengono fatte sia in Italia che in Europa e per quanto riguarda i fornitori si scelgono solo le migliori aziende. Il funzionamento della piattaforma Foodscovery è semplicissimo: il cliente ordina il prodotto, i produttori visualizzano la richiesta e devono accettarlo entro 24 ore. I responsabili inviano una bolla che i produttori stampano e accompagna la spedizione. Il guadagno dei creatori di Foodscovery consiste in una piccola percentuale sull’acquisto visto che fanno solo da tramite.

Il costo di realizzazione di Foodscovery è stato di 10mila euro. All’inizio Fabio e Mario lavoravano all’estero mentre gli sviluppatori erano di base a Foggia, in Puglia. Nel 2014 hanno deciso di cogliere al volo l’occasione offerta da una finanziaria regionale abruzzese, la Fi.R.A. e hanno ottenuto 500mila euro, che sono serviti per fondare la società che ha sede a Pescara. I report sono positivi, da 100 ordini al mese ora Foodscovery ne gestisce circa 1.500.

Commenta Qui sotto

Valeria Martalò

Blogger e Web Writer. Racconta, su Quintuplica, le storie vere di chi ha cambiato vita, grazie a una nuova professione o avviando un'attività.

Condividi!

Condividi questo post con i tuoi amici!