Lascia l’Australia e torna in Italia per aprire un e-commerce

Articolo scritto da -

maxresdefaultStai pensando di lasciare l’Italia per andare in Australia tra canguri e Koala? Fermati un attimo e leggi la storia di Marco Cocurullo.

Marco lavorava a Sidney come general manager presso un hotel. Un giorno era in spiaggia e, siccome il mondo “è piccolo”, ha incontrato per caso un vecchio amico delle elementari. Dopo aver scambiato quattro chiacchiere hanno deciso di fare una bella cena a base di prodotti del sud (sono di Piano di Sorrento). Purtroppo fare la spesa è stata una “vera e propria impresa” e chissà cosa hanno mangiato alla fine, però quest’esperienza ha acceso la famosissima lampadina.

Marco ha lasciato l’Australia dopo 6 anni e, insieme al suo amico Luigi Laezza, hanno creato Sud Bazàr, un portale in cui sono in vendita i prodotti enogastronomici tipici della tradizione culinaria del sud Italia realizzati da piccole e medie imprese. Tra questi vi sono i formaggi freschi (soprattutto mozzarella), ma anche pasta artigianale, vini e marmellate. Le aziende che fanno parte dell’e-commerce sono meridionali e della Sardegna, inoltre devono rispettare dei protocolli etici per la produzione e la gestione del personale.

Se stai pensando di iniziare un tour tra le masserie e i produttori della tua zona (magari in bicicletta perché sei convinto/a che si debba pedalare verso il successo) aspetta ancora un attimo. Marco e Luigi hanno investito circa 80mila euro (propri) per acquistare i prodotti, realizzare un packaging accattivante, scattare delle foto per il portale e infine spedirli. Attualmente Sud Bazàr è ancora in fase di avviamento e, nonostante tutto, sono 500 i prodotti disponibili provenienti da 30 aziende. La consegna avviene in 24/48 ore e anche in California possono gustare la mozzarella di bufala freschissima e saporita grazie ai contenitori isolati.

Gli ingredienti di Sud Bazàr sono sicuramente pazienza e determinazione, ma ora Marco e Luigi cercano degli investitori per creare una sorta di “Amazon” enogastronomico. La burocrazia e le tasse colpiscono le startup che faticano a crescere, però non si fermano. La loro missione è far conoscere i prodotti da tavola del sud in tutto il mondo con un solo click: https://sudbazar.com/.

Commenta Qui sotto

Valeria Martalò

Blogger e Web Writer. Racconta, su Quintuplica, le storie vere di chi ha cambiato vita, grazie a una nuova professione o avviando un'attività.

Condividi!

Condividi questo post con i tuoi amici!