Sposarsi a New York: il business dei matrimoni oltreoceano

Articolo scritto da -

sposarsi a new yorkIl settore wedding è in forte espansione. Qualche tempo fa ti abbiamo raccontato la storia di Chiara Besana che sognava di fare la giornalista ma è diventata una wedding blogger di successo. In questo articolo invece ti parleremo di un business rivoluzionario che ha sempre a che fare con i fiori d’arancio.

Due italiane hanno rivoluzionato la loro vita intercettando un desiderio nascosto di molte coppie: sposarsi a New York! Anna Forlesi, una 37enne di Cesena, si è trasferita a New York per seguire suo marito (aveva vinto un dottorato alla Columbia University) e conosce Mary, una 39enne messinese. Tra una chiacchiera e l’altra si sono ritrovate a parlare di sogni davanti ad una tazza di cioccolata calda a Union Square ed entrambe hanno capito che era arrivato il momento di dargli vita.

Anna lavorava in uno showroom di moda e si è licenziata. Il suo capo ha cercato di trattenerla offrendole uno stipendio molto più alto, ma la ragazza non ha esitato nemmeno un attimo. Insieme a Mary hanno messo su un sito e la pagina Facebook. L’investimento iniziale è stato di 1.000 euro. In seguito hanno macinato chilometri di strada nella Grande Mela per informarsi sulla parte burocratica e quindi permessi, uffici da contattare per registrare i matrimoni. Infine hanno raccontato la loro storia ai vari siti di wedding italiani e americani.

Dopo soli due mesi sono arrivati i primi clienti attratti dal nome dell’impresa: Sposarsi a New York. Una keyword allettante per i motori di ricerca, anche se è con i social che le due donne lavorano molto. Il business dei matrimoni a New York funziona con pacchetti personalizzati per matrimoni civili. Anna e Mary pensano a tutto: bouquet, fiori, auto, foto, video, ricevimento, pernottamento e anche servizio guida. Il pacchetto standard con cerimonia in Comune ha un costo di 1.300 dollari, mentre per le location più suggestive si sale a 2.300 dollari. Anche nella Grande Mela le coppie scelgono di giurarsi amore eterno tra la primavera e l’estate. In cinque anni di attività sono almeno 150 i matrimoni organizzati e l’agenzia si è specializzata anche per i matrimoni gay.

Ecco cosa dicono ad esempio due ragazze, Laura e Ilenia, che si sono sposate a New York grazie a Mary e ad Anna: “Mary di Sposarsi a New York è una realizzatrice di sogni. È una ragazza di grande cultura e competenza. Conosce perfettamente le pratiche necessarie e si prende cura delle sue coppie come fossero i suoi migliori amici. Attenta ad ogni dettaglio, disponibile e solare ha reso possibile il nostro sogno di sposarci a Central Park. Pratica e sorridente ci ha seguito in ogni momento. Non abbiamo percepito nessuno stress nell’organizzazione e nella realizzazione. Semplicemente ci siamo affidati a lei e tutto è andato perfettamente”. Fare il wedding planner è oggi un’attività molto redditizia, ma come per ogni business serve passione e ritagliarsi una nicchia specifica. Da giugno 2016 Anna Forlesi ha aperto la sua nuova società con il nome di Oggi Sposi a New York, con tante novità e servizi esclusivi.

Questa storia di successo è utile per farti trovare il coraggio di tentare e di seguire le tue passioni. Puoi anche iniziare da zero e con pochi soldi, però ricorda… il destino non esiste, sei tu che lo costruisci!

Commenta Qui sotto

Valeria Martalò

Blogger e Web Writer. Racconta, su Quintuplica, le storie vere di chi ha cambiato vita, grazie a una nuova professione o avviando un'attività.

Condividi!

Condividi questo post con i tuoi amici!