Sugar Queen: la regina del cake design

Articolo scritto da -

giada-baldari_puglialandSugar Quenn è Giada Baldari, una 38enne napoletana che ha iniziato da zero (e per caso) con il cake design e oggi ha creato un business di successo. Tra i suoi clienti ci sono persino Heidi Klum e Seal!

Giada era iscritta all’ordine degli avvocati e ha esercitato la professione per circa 1 anno ma non era soddisfatta, inoltre ha incontrato molte difficoltà perché per fare carriera in quel campo si devono avere genitori o parenti che hanno uno studio. Così quando è nato il suo secondo figlio ha deciso di lasciare il lavoro e di prendersi una pausa. Nel frattempo fa la mamma a tempo pieno e quando arriva il compleanno di sua figlia vuole organizzarle una bellissima festa con una torta speciale.

Contatta una cake designer che le risponde in maniera sgarbata e le dice che non aveva tempo, quindi Giada ha comprato tutti gli attrezzi per realizzare una torta perfetta con le sue mani. La giovane mamma aveva ereditato il talento naturale per l’arte da suo nonno pittore e dalla nonna sarta e la torta è piaciuta così tanto che sono arrivate anche le prime ordinazioni.

All’inizio era solo una passione, e Giada regalava le torte che confezionava, poi suo marito le ha fatto capire che poteva diventare un business. Dalle torte di compleanno è passata a quelle per il matrimonio vendendole a 25 euro al chilo. Ha investito circa 700 euro per comprare tutta l’attrezzatura necessaria. Con i primi ricavi è riuscita a mettere su un laboratorio di 30 mq. Giada è un’autodidatta perché non aveva la possibilità di partecipare a molti corsi e soprattutto non c’erano tutti i tutorial online che ci sono oggi.

Come racconta Giada, “un giorno ho deciso di dare libero sfogo alla creatività ed alla manualità che da sempre mi contraddistinguono. La mia formazione professionale poi, insieme al desiderio di imprenditorialità, hanno dato vita ad un’armonia generale e naturale e da lì è nata l’idea di Sugar Queen. Ho deciso poi di aprire il laboratorio quando mi sono trovata la cucina invasa dalle torte, i miei figli e mio marito arrampicarsi tra i polistiroli e persone sconosciute che citofonavano per richiedere torte”. Il successo è venuto pian piano, con il passaparola, che l’ha portata fino in TV.

Il laboratorio di Giada è lievitato (100 mq) e ci sono oggi 6 persone nel suo staff. Vende le torte a servizi di catering, privati, società che noleggiano yatch e organizza corsi di formazione. Da quando ha partecipato al reality di RaiDue “Il più grande pasticciere” la sua popolarità è arrivata alle stelle e in autunno aprirà anche uno store con servizio bar e caffetteria.

Ma quanto è importante comunicare sui social il proprio lavoro? Risponde Giada: “direi fondamentale! Oggi si assiste spesso a fenomeni assurdi: ‘mostri’ creati nel giro di pochissimo tempo ed esclusivamente grazie alla pubblicità ed alla comunicazione laddove, in troppi casi, c’è una totale assenza del prodotto e qualità! Inutile dire che risultati più concreti e realistici si raggiungono dove il prodotto c’è ed è valido ma, magari, ci vuole il doppio del tempo! Un ruolo fondamentale lo gioca, anche se in maniera più lenta, il passaparola, proprio come è successo a me”.

Se vuoi lavorare per Sugar Queen ecco la mail dove inviare il tuo curriculum: info@sugarqueen.it.

Commenta Qui sotto

Valeria Martalò

Blogger e Web Writer. Racconta, su Quintuplica, le storie vere di chi ha cambiato vita, grazie a una nuova professione o avviando un'attività.

Condividi!

Condividi questo post con i tuoi amici!